Meditazione – 18/02/24

[ I DOMENICA DI QUARESIMA – ANNO B ]

………………………………………………………………………………………………………………………………………………

“Poiché, come ha scritto Sant’Agostino nel suo libro De Trinitate, ‘il diavolo tentò il Signore Cristo nel deserto in tre modi: con la cupidigia, dicendo: ‘Se sei figlio di Dio, di’ a queste pietre che diventino pane’ (Matteo 4, 3); con la superbia, mostrandogli tutti i regni del mondo e dicendo: ‘Tutti questi io ti darò, se, prostrandoti, mi adorerai’ (Matteo 4, 9); e con la vana gloria, dicendo: ‘Se sei figlio di Dio, gettati giù; perché è scritto: ‘Egli darà ordine ai suoi angeli di custodirti’ e ‘Ti porteranno sulle loro mani, perché il tuo piede non inciampi in una pietra” (Matteo 4, 6). […] Gesù rispose alle tentazioni del diavolo con la parola di Dio, dimostrando così che la parola di Dio ha un potere di vittoria contro le tentazioni del diavolo, come afferma l’Apocalisse: ‘Hanno vinto per il sangue dell’Agnello e per la parola del loro martirio’ (Apocalisse 12, 11).”